Una scuola oltre le parole. Educare il bambino sordo alla lingua parlata e scritta. Con esempi di unità didattiche

Autore: Simonetta Maragna
Anno: 2003
Editore: Franco Angeli
 
Presentazione del volume:  La sordità è in qualche modo un handicap nascosto, del quale non è facile mettere immediatamente a fuoco le implicazioni e le problematiche. Gli insegnanti, gli operatori, gli stessi genitori, pur essendo consapevoli che il deficit è solo sensoriale e lascia integre le facoltà intellettive, tuttavia hanno difficoltà a individuare le strategie più idonee ad abbattere le barriere comunicative.
 
Questo manuale, dall'impostazione fortemente operativa, è rivolto a tutti quei docenti, assistenti alla comunicazione, genitori, logopedisti che vogliono vincere la sfida nell'educazione alla lingua parlata e scritta, che è nella nostra società la chiave di accesso all'integrazione sociale e alla cultura.
 
Il libro, ricco di esempi di unità didattiche nell'ambito di discipline differenti, suggerisce percorsi e modalità di lavoro per visualizzare i contenuti scolastici, consentendo così agli alunni sordi di utilizzare al massimo la vista, che è il canale integro.
 
In collegamento a questo testo, nella stessa collana, Una scuola oltre le parole. L'integrazione del bambino sordo: aspetti socio-psicologici, di Maria Luisa Favia: un testo che offre un inquadramento teorico alle problematiche del bambino sordo.
 

Simonetta Maragna è stata insegnante di Lettere sia nelle scuole speciali che in quelle comuni; ha collaborato con il Cnr ex Istituto di Psicologia e attualmente è presidente dell'Istituto statale dei sordi di Roma, che è un Centro sulla sordità. Ha anche un incarico di docenza presso l'università RomaTre Facoltà di Scienze della formazione. È autrice di La sordità (Hoepli, 2000); con C. Caselli, L. Pagliari Rampelli e V. Volterra ha pubblicato Linguaggio e sordità (La Nuova Italia, 1994), e con P. Massoni, Manuale di logopedia per i bambini sordi (Angeli, 1997).

 
Indice: 
Virginia Volterra , Presentazione
Introduzione
La programmazione
(Dalla programmazione al PEP (Profilo Educativo Personalizzato); Gli obiettivi; La metodologia e le strategie didattiche; La valutazione)
Educare alla lingua parlata e scritta
(La comprensione del teso; La produzione scritta; L'approccio al libro di testo; Il laboratorio teatrale; Insegnare con i segni)
Le unità didattiche: area linguistica
(L'italiano con le nuove tecnologie; Capire un film con i sottotitoli)
Ivana Fattori , Le unità didattiche: area logico-matematica
(Il vantaggio della matematica; Decodificare i problemi geometrici)
Riccardo Simoncini , Le unità didattiche: area tecnico-espressiva
(Immaginazione e linguaggio; Dalla capacità tecnica all'esperienza espressiva).

Nessun commento: