Arriva il Bancomat parlante per non vedenti. e per i Non Udenti...




MILANO - Basta premere due volte il numero 5 sulla tastiera per attivare una guida vocale che assiste nel prelievo il non vedente. Il «Bancomat parlante», presentato a Milano alla filiale del Monte dei Paschi di Siena di via Santa Margherita, è un progetto della banca realizzato in collaborazione con l'Unione italiana ciechi e ipovedenti. Un'idea semplice e intuitiva: inserendo una cuffia nella presa, una voce registrata legge i vari passaggi garantendo la riservatezza dell'operazione.
VERSO L'INDIPENDENZA - «Un bel passo in avanti - ha commentato durante la presentazione Mario Censabella, presidente dell'Unione Italiana Ciechi - verso la vera indipendenza dei non vedenti, che potranno utilizzare il Bancomat senza bisogno di un aiuto esterno». Un non vedente ha testato l'apparecchio, trovandolo lineare e di semplice utilizzo.
PER I NON UDENTI - Il Bancomat parlante, già presente in 8 sportelli su 10 in Lombardia, entro la fine dell'anno sarà introdotto in tutte le filiali italiane del gruppo Montepaschi. «Le persone meno fortunate - spiega Michele Catarsi, direttore della filiale milanese - hanno il diritto di avere le stesse possibilità degli altri. Da 7 anni la banca ha anche uno sportello per sordomuti, i 350 clienti hanno un ambiente dedicato e alcuni cassieri, che conoscono il linguaggio, con cui interagire»

Nessun commento: