Le Marche raccontate ai non udenti. 22 cartoline su you tube

Per la prima volta in Italia una serie video completa con 22 località del territorio è stata tradotta nella lingua dei segni (sistema Lis), condivisa sulla piattaforma web 'YouTube' e fruibile agli oltre 50 mila non udenti d'Italia

Testo molto piccoloTesto piccoloTesto normaleTesto grandeTesto molto grande
Il logo di YouTube
Ancona, 24 luglio 2008 - Le Marche, regione leader riconosciuta a livello europeo per l'accoglienza ai disabili. Un progetto ambizioso che muove altri significativi passi nell'iniziativa 'Sensoriabilis-Le Marche per tutti' ideata da Federturismo-Confindustria Ancona e presentata ieri nella sede della Regione alla presenza dell'assessore al turismo Gianni Giaccaglia, del presidente provinciale dell'associazione nazionale sordi Diego Pieroni e del responsabile tour operator Amatori, Corrado Ceccarelli.

La nostra regione, che vanta già casi di eccellenza come la Lega del Filo d'Oro e il Museo Omero, si arricchisce con il progetto 'Le Marche per tutti' di nuovi strumenti per il turismo accessibile. Per la prima volta in Italia infatti una serie video completa con 22 località del territorio è stata tradotta nella lingua dei segni (sistema Lis), condivisa sulla piattaforma web 'You tube' e liberamente fruibile agli oltre 50 mila non udenti d'Italia. Proprio una cultura dell'accoglienza che rispetti la diversità, potrebbe fare delle Marche punto di riferimento per questa vastissima fetta di mercato turistico, che conta oltre cinquanta milioni di disabili in Europa, ma di cui solo cinque pronti a viaggiare.

''L'accessibilità diventa quindi il fattore chiave per le nuove politiche del marketing territoriale, attraverso un insieme di servizi e strutture fruibili che consentano a tutti di vivere agevolmente il tempo libero — spiega Ludovico Scortichini, presidente di Federturismo—. Quando parliamo di disabilità in realtà includiamo anche quelle persone che incontrano particolari esigenze, come una mamma incinta o un bambino con intolleranze alimentari. E' importantissimo capire chi si ha davanti e segmentare il mercato''.

''Vogliamo crescere e continuare a promuovere iniziative di multisensorialità'' aggiunge l'assessore Giaccaglia, entusiasta dell'iniziativa e della sinergia con altri privati. E per scongiurare il rischio isolamento diventa fondamentale curare il fattore della comunicazione, ha ricordato nel linguaggio dei segni Diego Pieroni evidenziando come le Marche siano già all'avanguardia nei servizi di interpretariato per non-udenti. ''Ci siamo dotati di servizi ad hoc per l'utenza sorda — ha spiegato infine Ceccarelli del tour operator Amatori finanziatore dell'iniziativa — tra questi video e itinerari con presenza di accompagnatori e interpreti della lingua dei segni''.

http://ilrestodelcarlino.ilsole24ore.com/ancona/2008/07/24/106906-marche_raccontate_udenti.shtml

Nessun commento: