Sordi vittime di incidenti, furti o malori? Potranno chiedere soccorso via sms

Si tratta del servizio di prontointervento 'Più sicuri con un sms', attivo 24 ore su 24, già sperimentato dalla questura di Ancona, operativo ora anche per i residenti, sordi o muti, della provincia di Macerata
Macerata, 13 agosto 2008
Persone sorde o mute potranno richiedere l'intervento della Questura di Macerata in situazioni d'emergenza. E' semplice, basta inviare un sms al numero 3346904830. Si tratta del servizio 'Più sicuri con un sms', attivo 24 ore su 24, già sperimentato dalla questura di Ancona, operativo ora anche per i residenti in provincia di Macerata.

L'iniziativa è stata presentata oggi nel corso di una conferenza stampa in Questura. I messaggini - codificati in modelli standard e memorizzati sulle sim card degli utilizzatori del servizio a seconda delle varie esigenze - giungeranno a un cellulare in dotazione al Centro operativo di telecomunicazioni. Agenti della polizia potranno così intervenire tempestivamente e, se necessario, allertare il 118 o i vigili del fuoco.

Sempre mediante sms o fax, a testo libero, si potranno fare segnalazioni o chiedere informazioni. Se poi la persona in difficoltà non fosse in grado di comporre il messaggino, potrà chiamare lo stesso numero. Gli agenti lo considereranno come una richiesta d'aiuto e accorreranno in soccorso.

All'incontro con la stampa hanno partecipato il primo dirigente e vicario del questore Piernicola Silvis, il vice questore aggiunto Giuseppe Marchetti, il vice presidente della Provincia di Macerata Francesco Vitali e il presidente regionale dell'Ens (Ente nazionale sordi) Renato Pigliacampo.

Nessun commento: