Firenze, chiede soldi 'a gesti': vittima ed estorsore sono sordomuti


Feramato dai Carabinieri un pregiudicato di Sesto Fiorentino

Da tre mesi, tre o quattro volte a settimana, lo avvicinava mentre si recava al lavoro e, dopo le immancabili minacce di picchiarlo, gli portava via dai 50 ai 150 euro per volta

ascolta la notiziaascolta la notizia

Firenze, 11 set. - (Adnkronos) - Da tre mesi estorceva alla sua vittima tre, quattro volte a settimana, cifre tra i 50 e i 150 euro. Le richieste di denaro avvenivano con il linguaggio dei segni, perche' sia la vittima che l'estorsore sono sordomuti. La vicenda e' stata scoperta dai carabinieri di Sesto Fiorentino (Firenze), che hanno arrestato per estorsione continuata un 39enne del luogo, pregiudicato, e da qualche tempo domiciliato a Firenze.

La vittima e' un 58enne di Sesto. Le indagini dei militari sono iniziate ai primi di agosto, a seguito della denuncia dei familiari dell'uomo. Il pregiudicato lo terrorizzava con minacce di percosse, a gesti, perche' entrambi sono sordomuti. Le estorsioni avvenivano generalmente la mattina presto, quando la vittima andava a prendere la propria autovettura parcheggiata in Piazza Macchiaioli per recarsi al lavoro a Firenze. L'estorsore si avvicinava alla vittima a bordo di un ciclomotore e dopo le immancabili minacce di picchiarlo, incassava il denaro, in qualche caso impedendo temporaneamente di avviare la marcia del veicolo piazzandosi con il ciclomotore davanti al cofano, per vincere eventuali resistenze.

Talvolta il pregiudicato, se non otteneva subito quanto richiesto, dava appuntamento per il pomeriggio alla vittima che consegnava il denaro dopo essere tornato dal lavoro. In tutto, in tre mesi di angherie subite la vittima avrebbe consegnato all'estorsore circa 4500 euro. Il 39enne e' stato rinchiuso nel carcere di Sollicciano, dove sara' interrogato nei prossimi giorni.

 

Nessun commento: