Toscana: Scuola e lavoro più accessibili ai non udenti

Oggi l'incontro con il nuovo presidente regionale dell'Ente sordi
Scuola e lavoro più accessibili ai non udenti
Simoncini: «Chiederemo una revisione della legge 68»

Formazione, ingresso al lavoro e pieno inserimento scolastico dei giovani non udenti. Questi i problemi affrontati oggi dall'assessore all'istruzione, formazione e lavoro Gianfranco Simoncini nel corso dell'incontro con il nuovo presidente del consiglio regionale dell'Ente Nazionale per la protezione e l'assistenza ai sordi (ENS) Giovanni Tafi.
Il neo presidente dell'associazione ha illustrato all'assessore i principali problemi della categoria, in particolare quelli legati all'applicazione della legge 68, la normativa nazionale sul collocamento. L'assessore Simoncini si è impegnato, a nome della Regione, ad approfondire le questioni più rilevanti per cercare, anche coinvolgendo gli altri assessori, di trovare una soluzione adeguata ad alcune richieste specifiche dei non udenti.
«Su sollecitazione dell'associazione – spiega Simoncini - in particolare ci attiveremo presso il governo nazionale per chiedere una revisione della legge 68 nella parte relativa al periodo di prova che le associazioni chiedono di elevare da uno a tre mesi».
Fra gli impegni presi anche quello di verificare la possibilità di promouovere iniziative a sostegno della frequenza scolastica e post scolastica degli alunni con handicap auditivo, anche a partire dall'esperienza portata avanti in alcune scuole con il progetto Ensamble, finanziato dalla Regione con 265 mila euro attraverso il Fondo sociale europeo.

Autore: Barbara Cremoncini

Nessun commento: